27 luglio 2010 18:58Dropbox

Un pò di pubblicità a Dropbox che trovo comodissimo: offre 2GB (espandibili) di disco remoto; i file sono accessibili come una qualsiasi cartella con funzioni di copia/incolla. Usato su più computer, ci si ritrova con gli stessi file sincronizzati su tutti quanti.

La cosa geniale è che, se fate l’upload di un file molto diffuso (e quindi già inviato da un altro utente Dropbox), l’upload fosse anche di 1GB durerà un’instante: è già su Dropbox, perchè inviarlo di nuovo?

Una cartella ‘pubblica’ permette di inviare un link al file in essa contenuto affinchè sia accessibie da chiunque senza necessità di password.

Infine la cartella ‘fotografie’ permette (a chiunque) di sfogliare i propri album tramite browser.

Se interessati, tramite questo link https://www.dropbox.com/referrals/NTYzODUzNzA5 avrete 250MB 500MB omaggio oltre ai 2GB.

Lascia un commento

26 luglio 2010 19:18Sacchetti di plastica

Sensibilizziamoci sull’uso dei sacchetti di plastica!

Scaricatevi questa presentazione PowerPoint: Sacchetti di Plastica (3,36 MB)

Oppure guardatevela diettamente dal browser:


Lascia un commento

26 luglio 2010 16:29Apple “braccino corto” ??

Negli ultimi mesi si sente spesso parlare della forte crescita finanziaria di Apple con i suoi bilanci record. Da qualche parte ho pure letto che quest’anno ha superato Microsoft come valore complessivo della società.
Sta bene che un prodotto Apple, se lo vuoi, lo paghi caro perchè curato in ogni minimo dettaglio. E lo sono veramente.
Però, accidenti, con tutti i soldi che stanno tirando sù… perchè devono farti pagare proprio tutto tutto?

Una delle funzioni integrate nei dispositivi Apple è iDisk (MobileMe.com), un disco virtuale sul web per backup, condivisione di documenti ecc. Comodo poter ritrovare i propri file anche quando si lavora su altri computer.
Su Internet questi servizi si trovano anche gratuitamente (tipo Dropbox) ma ovviamente non possono essere ben integrati nel sistema operativo del Mac o iPad come lo è invece iDisk fornito di serie.
Apple pretende 79€ all’anno per avere un account MobileMe. Con tutti i soldi che hanno, dai, un pò di generosità! Capirai cosa costerà regalare qualche GB di spazio…
Dovrebbero prendere esempio da Google che invece offre tanti ottimi servizi tutti gratuitamente.

Lascia un commento

22 luglio 2010 17:58Audiolibri

Lo scorso anno ho scoperto gli audiolibri.
Ero un pò diffidente, pensavo fosse qualcosa per “pigri” che non hanno voglia di leggere.
E in effetti, dopo averne ascoltato qualcuno, non ho cambiato opinione. Sicuramente è comodo e rilassante ma di certo le cose non rimangono impresse nella mente come invece accade leggendo da sè. Per lo meno  su di me funziona così.
Questa esperienza mi ha dato l’occasione di ‘ascoltare’ un libro meraviglioso quanto angosciante che altrimenti –probabilmente – non avrei mai conosciuto: “Se questo è un uomo, di Primo Levi“. Racconta la sua esperienza come deportato in un campo di concentramento nazista. In certi momenti del racconto, sembrava quasi di vedere le scene, di essere lì, di percepire la disperazione dei personaggi. Consigliatissima la lettura o almeno l’ascolto dell’audiolibro.
Poiché è stato scaricato dal sito di RAI RADIO 3, non credo di violare nessun copyright se metto a dispozione questo link per scaricarlo (sono mp3 per un totale di 185MB circa).
Buon ascolto.
3 commenti

21 luglio 2010 14:57Libri: carta o display?

Quando ho guardato il video in cui Apple presentava per la prima volta iPad, la cosa che mi ha colpito di  più e che certamente ha contribuito nel convincermi all’acquisto è stato iBooks.

In particolare sono rimasto a bocca aperta quando Steve Jobs sfogliava le pagine di un libro su iPad come se fossero vere… un effetto davvero sorprendente che non avevo mai visto prima. Evidentemente non sono stato l’unico a pensarla così poichè in quel momento nella sala della convention c’è stato un applauso.
Già mi vedevo leggere un libro in formato elettronico col mio iPad… invece non è andata così.

Premetto che non ho mai amato leggere testi sui monitor dei computer, non saprei dire il motivo, forse mi è semplicemente scomodo leggere stando seduto.
Difatti non ho ancora mai letto nulla nemmeno su iPad, sebbene essendo portatile potrei farlo comodamente dove mi pare. Continuo decisamente a preferire il libro su carta.

Detto questo, nulla toglie che l’effetto di sfogliare le pagine su un display continua ad affascinarmi.

Recentemente ho scoperto che posso creare io stesso documenti in formato ePub in grado di essere letti con iBooks! Grazie al software (oltretutto gratis) Calibre è possibile convertire qualsiasi documento. Per provare ho rimediato le scansioni di un fumetto (erano jpeg), le ho convertite ed ecco il risultato:

…fantastico! Notare la cura dei dettagli di iBooks, quando si sfoglia una pagina sul retro si vede in
trasparenza ciò che sta sull’altro lato del foglio!

Lascia un commento