4 ottobre 2010 14:00Nathan Never

Quant’era piacevole fantasticare sul futuro con Nathan Never! Era (ed è) il mio fumetto preferito.

L’ho conosciuto ai tempi dell’università (ho tentato!), quando alla stazione di Cesena aspettavo il treno per tornare a casa; c’era l’edicola e per ingannare l’attesa… A dir la verità ho iniziato con Dylan Dog, ma francamente il genere macabro non l’amavo. Proprio in quei mesi (primi anni 90) debuttava Nathan Never e così ho provato a leggerlo. Era esattamente il genere che preferivo: lui è un agente speciale ma ciò che maggiormente mi affascinava era l’ambientazione futuristica, con robot, stazioni spaziali, mutazioni genetiche, fredde città d’acciaio, ghetti cittadini malfamati e misteriosi. Molto in stile Blade Runner. Continua a leggere

Lascia un commento

22 settembre 2010 17:33Inattività

Come mai soltanto un articolo questo mese? Me accorgo ora di questa mia scarsa produttività settembrina.

Forse durante le ferie ero più ispirato, o magari mi sono adagiato sugli allori grazie dell’inaspettato successo degli articoli sulla casa PEEP. Quotidianamente continuano ad arrivare visitatori dai motori di ricerca e su Google il mio sito esce in prima pagina tra le prime voci. Che onore!

In verità ho lavorato dietro le quinte del sito, ho preso maggior confidenza col server Apache e finalmente ho capito utilità e uso del database mySQL con le sue potenti query.

Continua a leggere

1 commento

22 settembre 2010 15:49Etichetta bottiglie d’acqua

Guida alla lettura dell’etichetta dell’acqua minerale.
Fonte: Ministero delle Attività Produttive (aggiornato il 01-03-2004)

Qui potete scaricare il file originale in PDF (4,7MB).




Lascia un commento

9 settembre 2010 12:56PHP Stats

Non mi aspettavo che le statistiche sulle visite al mio sito mi avrebbero appassionato tanto.
Avere un sito è un pò come avere un’esposizione dove aspetti che qualcuno entri a vedere i tuoi lavori.
Che soddisfazione quando poi le statistiche rivelano questi accessi… il massimo è quando viene lasciato un commento, inviata un’email o firmato il guestbook!
Un inaspettato successo lo hanno riscosso i due precedenti articoli sulla casa in area PEEP: ricevo quotidianamente visite provenienti dai motori di ricerca! Che onore essere ai primi posti nella ricerca con Google! Non ci avrei mai sperato.

Continua a leggere

7 commenti

19 agosto 2010 15:14Grancereale sì, ma non riciclabile

Questa è la confezione dei cereali “Grancereale” Mulino Bianco (Barilla).

Buoni.

Recentemente anche qui è arrivata la raccolta differenziata porta a porta, per cui devo stare più attento a dove mettere i rifiuti. Questa confezione l’ho sempre considerata riciclabile nella carta perchè simile al Tetrapak. L’altro giorno mi sono detto, sarebbe bello che sulla confezione stessa ci fosse scritto chiaramente dove riciclarla… vuoi che un produttore così famoso non l’abbia messo?

Sì l’ha messo… “incarto non ancora riciclabile”!! Ma come, in TV mi fai vedere paesaggi bellissimi e incontaminati… poi nella realtà un’azienda così grande non è sensibile all’ambiente e  negli anni duemila mi usi un “incarto non ancora riciclabile”??? La cosa m’ha fatto girare…

Grancereale, sei buono ma non ti comprerò più.

Lascia un commento