5 aprile 2011 18:45 Contaminazione Globale

Notizia è recente: nelle centrali di Fukushima sono costretti a riversare in mare dell’acqua contaminata nel disperato tentativo di spegnere sti maledetti reattori nucleari. Si parla di ben 15.000 tonnellate d’acqua radioattiva!!

Per farcene un’idea, 15.000 tonnellate sono 15 milioni di litri d’acqua, pari a 15mila metri cubi: riempirebbero un edificio da 25x25x25 metri.

Va bene, gli oceani sono grandi e di acqua ce n’è tanta, fortunatamente quest’estate non correremo il rischio di diventare fosforescenti dopo un bagno in mare. Il tutto verrà diluito, dai… ma mica tanto!!
Per i giapponesi il problema è gravissimo, questo è ovvio. Ma per gli altri, noi italiani ad esempio, che siamo così distanti?

Da quel che leggo, i rischi di venire a contatto diretto con la radioattività via aria o acqua non ci sono. Il grosso guaio sarà il cibo, pensiamo per esempio alle scatolette di tonno acquistate al supermercato… di certo non contengono pesce delle nostre coste (RioMare ha già messo le mani avanti, ci fidiamo?).
La catena alimentare ne risentirà certamente ma nessuno sa prevedere in che modo. E non sono da escludere mutazioni genetiche negli animali.

Tutto questo fa male allo spirito, cerchiamo di mangiare sano e biologico, poi all’improvviso ecco un nemico invisibile e letale contro il quale non puoi difenderti proprio perché non lo vedi. E se comprassimo tutti un contatore Geiger?
Che tristezza. 🙁

Maledette centrali nucleari, che bell’invenzione ha avuto l’umanità! Un processo che una volta innescato non si riesce più a controlalre e provoca danni serissimi per secoli! Geniale.
Fosse per me, le smantellerei tutte da subito. Oh, pazienza: quando non basterà l’elettricità per tutti la sera useremo le candele, d’estate suderemo senza i condizionatori proprio come facevamo da giovani, ogni tanto laveremo a mano invece che in lavatrice o lavastoviglie.

PS: suggerisco la lettura di questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *