19 gennaio 2011 23:48 Voglia di Trekking

Trekking.
Fino a pochi anni fa neanche conoscevo questa parola. Sarà perchè, come si dice, la prima volta non si scorda mai, conservo un bellissimo ricordo di quell’estate in Trentino nei sentieri di Folgarida e dintorni. Non mi aspettavo che grazie al trekking la natura potesse essere gustata così a fondo.
Impossibile nonché inutile descrivere a parole i panorami mozzafiato, quanto ci si senta piccoli di fronte a tutto il creato o perché sfugga un compiaciuto e commosso sorriso ammirando tutto ciò.
Belle anche le persone che si incontrano di tanto in tanto lungo i sentieri o nei rifugi, sarà l’atmosfera ma non trovi mai buzzurri metropolitani bensì gente serena, amante della natura, educata e cordiale.
Le escursioni mi hanno fatto prendere coscienza di quanto vivere in città mi abbia urbanizzato: in certi momenti mi capitavano preoccupazioni del tipo “…e se sbuca fuori un animale cosa faccio?!”… una vipera, un cinghiale… un lupo o un orso?! Che uomo, un signorino di città! Ed è qui che fortunatamente la presenza di altri escursionisti, magari 1Km più avanti o dietro me, si faceva rassicurante.
Dopo le Alpi successivamente sono stato anche nelle Dolomiti. Chissà se quest’estate riuscirò a ritornarci; per quanto possa essere (ancora?) appassionato di elettronica e computer, quelle sensazioni totalmente diverse dalle abitudini quotidiane mi mancano molto e non vedo l’ora di stare per un po’ lontano dalla dilagante cementificazione della città.

Premesso che sono un pessimo fotografo, mi permetto di pubblicare qualche foto tanto per ricordare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *