19 settembre 2016 11:46 Colpo di fulmine

friday_flash_stormIn 43 anni, mai subito danni per colpa di un temporale. Non ci ho mai dato peso. Qualche rara volta sentivo racconti di modem saltati a causa di fulmini caduti nelle vicinanze, ma erano in case di campagna…
Ho sempre abitato in città. Ci sono (o no?!) i parafulmini, mica può succedere! E difatti non era mai successo. Dove abitavo da “giovane” mai un black-out da temporale.

Da pochi anni ho cambiato casa. Mi sono allontanato di appena 1Km, sto ancora in città! Si va ancora al mare o in centro in bici! Eppure… è successo!
Circa una decina di giorni fa, un temporale. Neanche particolarmente violento, evidentemente era proprio sopra casa: difatti ripensandoci in un secondo momento l’intervallo di tempo tra lampo e tuono era zero.
Come da abitudine non ci ho dato importanza. Non ho scollegato nulla dalla linea elettrica. né antenna. Router acceso, Switch e NAS accesi …
Personalmente non l’ho visto ma due vicini di casa hanno visto un gran lampo proprio sul mio giardino dietro casa.
Al contrario di altre abitazioni limitrofe, non mi è nemmeno saltato il salvavita. Nulla.
Poco dopo è cominciata la triste conta dei danni. 🙁
Subdolo, il fulmine non ha lasciato alcun segno visibile, tipo il biblico angelo sterminatore, è passato e s’è portato via la mia elettronica senza lasciare alcuna traccia.

Danni riportati al piano 1:

  • Alimentatore antenna TV (regolatore 78L12 spaccato in due).
  • Amplificatore antenna TV (quello sul tetto).
  • Televisore: necessaria sostituzione scheda madre e alimentatore (cioè tutte).
  • Lettore multimediale: salvato il solo hard-disk interno.
  • Router WiFi ADSL; solo l’alimentatore esterno funziona (affidabile?!).
  • iMac: ethernet non funzionante, anomalie nella gestione dell’alimentazione (ogni 10 secondi andava in stand-by).
  • Stereo (primario del trasformatore d’alimentazione interrotto).

Danni riportati al piano -1:

  • Switch 5 porte Gigabit (appena comprato!).
  • NAS Synology (era tutto funzionante eccetto la connessione di rete… praticamente inutile essendo l’unico modo per accedervi!).

Il tutto è collegato, oltre ovviamente alla linea elettrica, tramite cavo di rete. Purtroppo tale cavo in alcuni punti passa molto vicino a quelli elettrici e temo sia stato -anche- questo la causa dei tanti danni subiti.

Guasti riportati anche nelle abitazioni vicine, ma in misura più contenuta. Tre televisori, antenna, caldaia…

 

5 risposte a Colpo di fulmine

  1. Daniele scrive:

    Voglio leggere un commento di Mario!!!

  2. Daniele scrive:

    Guarda, la prossima volta che cambi casa prendila di fronte una cabina dell’Enel come la mia!!
    Una volta ne è caduto uno talmente potente che ha illuminato a giorno e le vibrazioni del boato hanno fatto cadere un soprammobile.
    Un altro invece ha creato una pressione tale che ha aperto e deformato le porte in metallo della cabina stessa e ci ha cotto il decoder.

  3. Mario scrive:

    Avevo cominciato a commentare appena avevo visto la notizia su Messenger ma il mio telefonino aveva dei problemi quel giorno. Ho scritto scritto e poi non sono riuscito a concludere. Ricomincio da capo dopo qualche giorno.
    Mi spiace perchè può accadere anche a me che abito in una casa alta, la più alta della zona (3 piani, le altre sono tutte villette)

    Non è facile proteggere dalle sovratensioni indotte da una scarica atmosferica. Generalmente le sovratensioni indotte sulla linea telefonica oppure sulla linea elettrica sono di modo comune ovvero colpiscono entrambi i fili . A seconda della vicinanza i fronti possono essere così veloci e le ampiezze così elevate che si rovinano apparati anche se perfettamente protetti tra i fili d’ingresso (modo differenziale). Si rovinano per via delle capacità inevitabili verso terra che fanno da via di scarica pur per istanti brevissimi (anche di ns , nano secondi).

    Quando arriva la scarica principale si alza il potenziale localmente dove colpisce il fulmine ovviamente, Si alza dell’importo ZxI ove Z è l’impedenza verso terra (la vera terra) ed I è la corrente del fulmine (decine di migliaia di Amper, sono normali). E’ per questo che talvolta si vedono i conduttori dei parafulmini scendere protetti da isolatori verso terra. Isolando la discesa da terra si evitano scariche secondarie che potrebbero scaricarsi sul cemento dell’edificio.

    Nel punto dove il fulmine si scarica verso terra il potenziale locale di terra si alza per abbassarsi via via che ci si allontana dal punto di scarica. Nelle vicinanze del punto di scarica sul terreno però possono aversi elevate tensioni (migliaia di volt o centinaia) anche a distanze inferiori al metro. Tensioni che possono uccidere sopratutto animali grandi (grande passo, grande tensione)

    Nel frattempo che ne è delle reti telefoniche e delle reti elettriche?
    Data la grande estensione delle stesse vengono ad aversi delle sovratensioni verso terra delle stesse reti. Ma non solo , vengono ad aversi delle sovratensioni tra rete elettrica e rete telefonica dato che non corrono certo parallele. (Queste sovratensioni tra rete elettrica e telefonica è il motivo delle facili rotture nei modem in caso di temporali)
    Per quanto riguarda le reti elettriche e telefoniche esse si comportano da antenne anche nei confronti di eventuali fulmini che si scaricano tra nuvola e nuvola.

    L’argomento è vasto . Per concludere, il rimedio è staccare le spine (staccare non spegnere) e le antenne al primo fulmine in lontananza, se si tiene al bel TV 4K

  4. Mario scrive:

    https://www.youtube.com/watch?v=tXaZs03MPPY

    questo è un link interessante dove si dimostra come il parafulmine previene il fulmine piuttosto che fare da attira fulmine.

    http://hibp.ecse.rpi.edu/~connor/education/Surge/Presentations/Joe%20Crispino%20-%20Surge%20Presentation.pdf

    Questo è invece un link alla teoria delle sfere rotolanti (rolling spheres) che riguarda il modo come si muove la scarica guida con cui inizia la scarica del fulmine. In pratica si crede che basta stare sotto al cono del parafulmine per essere protetti mentre invece la forma della zona protetta non è assolutamente conica ma complementare alla forma sferica.

    Youtube è una bella fonte d’informazione! Ovviamente sopratutto in inglese!!

  5. Roberto scrive:

    Grazie Mario!
    Per prudenza mi sono comprato una presa protetta (“deviatori a gas e varistori ad ossido di metallo con fusibile termico”), un UPS ed un paio di (blandi) filtri da mettere sulla LAN.
    Magari da un fulmine come quello descritto non faranno nulla (magari l’USP sì) se non limitare un poco i danni.
    Ma da scariche più leggere, dovrebbero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *