8 luglio 2015 23:38 Un falso allarme davvero curioso!

intruderalarmSerata movimentata!
Rientriamo a casa. Parcheggio l’auto e mentre aiuto i miei figli a scendere dai seggiolini suona l’allarme.
All’inizio non avevo neanche capito fosse il mio… ce l’ho installato da quasi un anno, pur usandolo quotidianamente è la prima volta che mi capita!

Mmhh che succede?
Corro a vedere… gli ingressi sono tutti regolarmente chiusi. Entro in casa e nel frattempo mi seguono Nicolò, tutto spaventato, e Filippo che piange con la bocca insanguinata perché appena caduto.  😯
Tutto in una volta?! Riesco finalmente a spegnere la sirena e vedere cosa l’ha fatta scattare: due sensori PIR, primo piano e taverna nello stesso minuto!
Possibile?! Accidenti: un guasto, un’interferenza, maledetto antifurto ti credevo affidabile!

Mentre soccorro il mio sanguinante figliolo la mente continua a cercare una spiegazione. E se… sentendoci arrivare qualcuno dal primo piano fosse rapidamente sceso giù in taverna tramite la scala interna?? Avrebbe proprio fatto scattare entrambi i PIR!
AIUTO!!!
Non me la sento di scendere giù a controllare, sarebbe un’imprudenza… oltretutto i miei spaventati figlioli mi seguono come un’ombra.
Idea geniale, occorrono conferme: attivo la segnalazione acustica del PIR in taverna…. Bing…. Bing… ogni tanto arrivano segnalazioni come se effettivamente ci fosse qualcuno!

Bambini, tutti fuori!
Usciamo di casa e chiamiamo i carabinieri.
Per concludere in breve, hanno controllato tutta la casa senza trovare nulla.
Falso allarme. Ma davvero ben architettato, pareva vero!  😳

Non ho ancora una spiegazione sensata. Pazienza un PIR, oggi è una giornata caldissima, quello della sala potrebbe (no, cavolo non deve!!) anche aver dato i numeri. Ma due PIR nello stesso momento?! Quello di sotto oltretutto se ne sta al fresco.

Forse dovrò contattare il buon Bazzy… forse ha una spiegazione o un macchinario per rilevare questa misteriosa evanescente presenza!

PS: la mattina successiva è tutto tornato normale, il che peggiora la situazione: ora che faccio?! Cos’è successo?!

7 risposte a Un falso allarme davvero curioso!

  1. Daniele scrive:

    😮

  2. Daniele scrive:

    fa venire gli “stremolizzi” a legger sta cosa 🙂
    … cerco di dare una spiegazione razionale: potrebbe essere entrato dal camino un uccellino? te lo dico perché a noi è successo molte volte, sia nel camino, ma ancor peggio negli stretti tubi della stufa o dello scaldabagno a legna. Tanto che per non dover ogni volta tentare di soccorrere questi esserini anneriti abbiano applicato dei “cappelli” di rete a maglia fine attorno i comignoli! Tu avendo il camino hai la via fin dentro casa molto accessibile. Oppure attraverso una finestra semichiusa. Oppure un topo.
    Altra opzione …. ti sei informato su cosa hanno costruito la tua casa? 🙂 magari su una necropoli picena! in tal caso devi sentire Bazzy… la mia dicono sia ubicata dove c’era un’infermeria da campo durante la II guerra!

    • Roberto scrive:

      No no, impossibile, i piani sono divisi da una porta. Nessun animale potrebbe aprirla.
      L’unica ipotesi per ora è l’Uomo Invisibile. Invisibile ad occhio nudo ma non all’infrarosso dei PIR.

  3. Mariolino scrive:

    Io credo che sia una questione di immunità elettromagnetica. Con l’immunità non si può ragionare a sensori. Mi ricordo di quando siamo andati a sanare un centralino che sembrava appartenere ad una ditta infestata. Seriamente la segretaria mi disse che spesso le si accendevano le spie corrispondenti al telefono del boss che lei sapeva assente. Era proprio spaventata.
    Facemmo un’ispezione e vedemmo che l’istallazione lasciava a desiderare in quanto c’erano matassine di filo sovrabbondante intrecciate tra loro in modo disordinato. Sanammo la situazione con tante bobine di modo comune fatte usando nuclei di ferrite su cui avvolgevamo il doppino telefonico e razionalizzando il cablaggio. La causa era un negozio del pane con il forno adiacente alla ditta dove era l’istallazione del centralino Panasonic che a quel tempo vendevamo per coprire quella fascia di utenti che non avevamo nel catalogo.

    Anche oggi ho da combattere con l’immunità di un trasmettitore per campanello senza fili che mi ripete il segnale del citofono quando sono in una camera lontana. Anche se ho messo un opto isolatore recuperato da un TV (Tra il trasmettitorino ed il citofono) su 10 volte che qualcuno apre la porta del condominio , almeno 2 volte mi suona il campanello elettronico. Inizialmente c’era un transistorino e la massa tra citofono e trasmettitorino era in comune e le chiamate false erano frequenti . Pensavo di avere risolto ed invece ho solo ridotto il problema. All’inizio della istallazione del ripetitore del campanello non pensavo che fossero chiamate false e correvo alla porta indispettito perchè chi passava in quel momento negava di avere suonato. Mi stavo sentendo perseguitato! Casualmente premendo l’apriporta mi sono accorto che scattava a volte il ripetitore del campanello nella cameretta studio.

    Io propendo quindi per una immunità relativamente bassa del centralino antifurto.

  4. Daniele scrive:

    Mario è incredibile …non esiste cosa che non abbia già visto o vissuto.
    Come dicevi te Commissario, Mario è l’uomo bicentenario, ha vissuto due volte! 🙂

  5. Roberto scrive:

    Credo di aver trovato la causa… il caldo!!!
    Il fenomeno si è ripetuto. Guarda caso era un’altra giornata molto calda.
    Ho messo il PIR dentro un cassetto, al buio e in posizione decisamente lontana da prima… continuava a segnalare senza motivo!

    L’ho messo dentro il frigorifero… dopo un po’ ha smesso!
    Pazzesco.
    Lo danno per 40°C ma dov’era montato non si arrivava nemmeno a 30.

    E pensare che la Electronics Line doveva essere una buona marca… un solo sensore costa circa 60€ !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *