2 aprile 2015 21:05 Francesco -TURBO- Bernoulli 2WD

francesco_bernoulliQuesta è l’automobile elettrica dei miei figli, regalata a Nicolò per il suo 4° compleanno e la sua smisurata passione per i personaggi di Cars. Naturalmente la usa anche Filippo sebbene fino lo scorso autunno non riuscendo a guidarla sedeva sul retro come passeggero, col fratello alla guida. Pochi giorni fa invece, rimessa in strada dopo la stagione invernale, Filippo ha esordito come pilota con una padronanza eccezionale! Ha 2 anni e mezzo, arriva appena al pedale dell’acceleratore ma, concentratissimo, ora riesce a gestirla e in curva sterza alla perfezione! Sono rimasto a bocca aperta.   😮

Il grosso difetto di Francesco Bernoulli è la velocità. Per rendere l’idea diciamo che un adulto, anzi un anziano e pure con reumatismi, riesce tranquillamente a stare al passo con l’automobile lanciata nei suoi 4Km/h teorici. Questo la rende iper sicura, okay, comoda per seguire il piccolino… ma poi i bambini crescono e se ne rendono conto, e non basta più.

Preso dalla mia recentissima passione per il modellismo e motori elettrici, ho voluto tentare un upgrade… ed è riuscito alla grande!
Ecco in cosa consiste:

  • Batteria LiPo
    Il salto di qualità (velocità) è stato reso possibile sovralimentando il motore (da 6 a 12 Volt). Ho preferito una LiPo ad una comune Pb soprattutto per passione personale, tuttavia alcuni vantaggi sono assicurati: alta corrente per i motori, ricarica molto più rapida, minore ingombro.
    NB: questo tipo di batteria richiede un caricabatterie particolare e accortezza nell’utilizzo.
  • Controllo PWM di velocità: indispensabile
    Con la tensione di batteria più alta, alla partenza la ruota sgommava ed essendo di plastica dura si usurava rapidamente sull’asfalto.
    Inoltre il sobbalzo mi faceva temere che il giovanissimo copilota (Filippo, seduto sull’alettone) potesse cadere all’indietro.
    Adesso l’accelerazione è graduale (il PWM passa dal min al max nell’arco di qualche secondo), decisamente più morbida.
  • Doppio motore
    Ora entrambe le ruote posteriori forniscono trazione grazie ad un motoriduttore (identico all’originale) che ho montato sull’altra ruota. Non contribuisce alla velocità ma certamente sulla potenza.
  • Frenata con ABS sulle ruote posteriori
    Anche l’arresto avviene in maniera progressiva grazie al PWM. Naturalmente è più rapido dell’accelerazione, qui il PWM scende a zero in circa un secondo.
    Funzione utilissima perché evita il blocco della ruota e conseguente strisciata sull’asfalto.
    Non è proprio come l’ABS vero, ma dai… va benissimo lo stesso.
  • Frenata d’emergenza
    Ho mantenuto, tanto per avere una funzionalità in più, il vecchio tipo di frenata che blocca immediatamente le ruote posteriori (vanno premuti entrambi i pedali).
  • Pedale per la retromarcia
    La retromarcia c’era già, sebbene realizzata con un doppio deviatore selezionabile con dei duri e scomodi pulsanti laterali. Ho montato un pedale accanto a quello dell’acceleratore.
  • Tripla velocità
    Grazie all’impiego di un microcontrollore già necessario per il PWM, tutto è possibile. All’accensione, tenendo premuti o meno i pedali, è possibile selezionare la velocità massima: piano per Filippo, veloce per Nicolò, turbo per avere il massimo.
  • Voltmetro
    Sul lato della carrozzeria, accanto all’interruttore di accensione, c’era una finestrella inutilizzata… ci ho montato un voltmetro digitale che visualizza la tensione di batteria. Poco utile per i bambini, ma fa scena.
  • Buzzer
    Un segnale acustico intermittente segnala la batteria scarica; un suono continuo invece indica che è intervenuto l’arresto forzato in caso di batteria eccessivamente scarica, proseguire la marcia potrebbe danneggiarla.

…così è decisamente più divertente! Riesce tranquillamente a passare sul prato erboso di fronte casa, mentre prima con la povera batteria al piombo da 6V si bloccava sul primo filo d’erba!

La prossima cosa che dovrò fare è rivestire con qualche materiale tipo gomma le ruote posteriori, sia per proteggerle dall’usura ma anche per avere maggior aderenza.


motoriduttoreQuesto è il motoriduttore che ho trovato su AliExpress, arrivato dalla lontana Cina.
E’ identico a quello già montato su una ruota di Francesco Bernoulli e mi ha permesso con facilità di dare trazione anche all’altra ruota posteriore.
Ho avuto una gran fortuna, ne esistono un’infinità di modelli eppure sono riuscito quasi subito a trovare quello giusto.
Prezzo: 20€ + 7€ di spedizione


Driver per motori basato su due integrati BTS7960 in grado di reggere fino a 43A. E’ qui che si applicano i segnali PWM (avanti e indietro) che regolano la velocità del motore.
Fa parte degli accessori per Arduino.
Prezzo: 9,29€


$_1Voltmetro digitale, indica la tensione di batteria.
Prezzo: 1,99€


4 risposte a Francesco -TURBO- Bernoulli 2WD

  1. Mario Besi scrive:

    Complimenti Roberto!

  2. Simone Ceccolini scrive:

    Sei fantastico!
    Roby

  3. Daniele scrive:

    sei troppo forte …quando si dice “essere un buon progettista”!
    oltre a tutte le varie migliorie, immagino ora la rapidità nelle manovre col pedale dedicato alla retromarcia rispetto ai pulsanti!

  4. Roberto scrive:

    Grazie! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *