16 gennaio 2015 18:58 LEGO

Durante le recenti ferie natalizie ho riscoperto i Lego… proprio i miei Lego, di quand’ero bambino, conservati con cura dai miei genitori per non meno di 30 anni!
L’idea era che prima o poi sarebbero tornati utili ai miei figli: il momento è arrivato. Nicolò è già un bravissimo costruttore, Filippo ci prova con zelo ma quei mattoncini sono troppo piccoli per un bambino di 2 anni e deve ripiegare sui Lego Duplo.

Sono tanti, due ceste piene ma ahimé le istruzioni di montaggio dei vari modellini non ci sono più.
Con flebili speranze ho cercato su Internet e… le istruzioni dei vecchi Lego ci sono eccome (link, sito fornitissimo e ordinato)!! Il difficile stava nel ricordarmi e riconoscere quelli che avevo. Temevo fosse impossibile data a mia scarsa memoria, inaspettatamente rivedendo le immagini ho riconosciuto più o meno tutto ciò che ho avuto in passato! Che bei ricordi!

Stampo le istruzioni (esaurendo subito l’inchiostro dell’inutilizzata stampante!) e assieme ai miei figli andiamo dai miei genitori per la grande impresa.
A dire il vero costruivo soltanto io, loro giocavano altrove aspettandosi da me il risultato finale senza contribuire al montaggio.
Parte più complessa di tutto: il ritrovamento dei mattoncini necessari tra le svariate centinaia! Proprio per questo c’è voluto tanto tempo, almeno tre mattinate per completare qualcosa. Più o meno ho ritrovato tutto il necessario.
E’ stato piacevole, mitici Lego!

Giocando coi miei figli ho avuto modo di usare anche i Lego del XXI secolo: notevole la differenza dei modellini confrontati con i miei vintage! Si nota subito il tocco più moderno delle creazioni anche se forse va un po’ a snaturare lo scopo dei Lego: realizzare di tutto servendosi però di un numero limitato di forme; oggi si trova invece qualsiasi sagoma.
Altra differenza: i Lego di una volta erano più tenaci, la costruzione era robusta mentre i mattoncini di oggi si staccano più facilmente, fin troppo.
E gli adesivi?! Ah li odio… adesso ci mettono gli adesivi!! Un tempo scritte tipo “POLICE” o disegni erano stampati direttamente sul mattoncino, indelebili. Ora sono dei banali adesivi… giocandoci senza attenzione si staccano, ovviamente. E massima cura nell’attaccarli: dritti e per bene, altrimenti non durano!

lego stazione polizia

Lego attuale

lego stazione polizia vintage

Lego vintage (foto non mia, ma la stazione è lei… quella che avevo -ed ho ancora- da bambino!)

 

6 risposte a LEGO

  1. Daniele scrive:

    Li avevo anch’io!! e ce li ho sicuro ancora da qualche parte. Erano favolosi!
    Non sapevo di questa evoluzione … beh, ovvio che se ci son più sagome già costruite si è più limitati nella fantasia!

  2. Daniele scrive:

    … praticamente anche la Lego risente del cambiamento dei tempi: fin da piccoli inculca la logica dei prefabbricati ed uccide l’artigianato! 🙂
    ora gli mando una mail polemica! 🙂

  3. fiorito scrive:

    anch’io possiedo la stazione di polizia vintage ma non trovo le istruzioni, sarà possibile trovarla?

  4. Simone scrive:

    Quella stazione della polizia in foto…..proprio stasera sono sceso a prendere un saccone di lego che sapevo essere sopravissuti. E sapevo di avere la base della polizia. A sorpresa ho trovato 2 confezioni di lego technics con qualche libretto di istruzioni. Neemmeno ricordavo di averli avuti. Spero solo che mio zio abbia conservato il secchio che mia mamma gli ha dato per il cuginetto senza il mio consenso……grazie ancora per avermi ricordato come erano i lego negli anni ’80.

  5. domenico soro scrive:

    bella vendi la stazione della polizia anni 80?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *