30 ottobre 2013 19:30 SMART: ma allora funziona!

Tempo fa avevo scritto di quanto fossi affascinato dagli hard-disk e incuriosito dalla loro funzione di diagnostica SMART, sebbene questa non mi avesse mai dato alcuna soddisfazione se non riportandomi sempre un confortante ma noiosissimo “tutto ok”.

Ebbene finalmente qualcosa è successo! L’hard-disk che ho (avevo) sul computer al lavoro s’è guastato ed il problema è stato (incredibile!) riportato dallo SMART.
In verità me ne sono accorto da solo, non c’è stata nessuna segnalazione spontanea se non qualche sporadica schermata blu.

Siccome di tanto in tanto ho sta fissa di vedere i dati SMART dell’hard-disk un bel giorno mi si presenta così:

WOW!! Emergenza, cosa sta succedendo?! Allarme!   :mrgreen:
Una cosa che avevo notato da un po’ di tempo era il LED relativo all’attività dell’hard-disk quasi sempre acceso. Boh, sarà Windows che indicizza i file, oppure l’antivirus, o Windows 7 che c’ha tanto da fare… non ci avevo dato troppa importanza. Alla luce dei fatti invece capisco (anzi ipotizzo) che fosse il disco nel tentativo di eseguire una lunga autodiagnostica completa dei settori, ma non riusciva mai a portarla a termine perché Windows non gli dava pace.
Lo SMART include anche alcuni test per il disco. Decido di avviarne uno, il più rapido, e anche questo mi segnala subito un’avaria:

Splendido! In un secondo tempo, forse a seguito dello Short Test, la situazione è cambiata così:

L’hard-disk ha avuto moto di verificare i settori “dubbi” e li ha marcati come difettosi.

Il disco, con un paio d’anni di lavoro pressoché quotidiano, era il modello WD5000AAKX della Western Digital, marchio che ritenevo il migliore, infallibile.
Caduto un mito? Beh forse no, tutto sommato è stato un guasto modesto, il disco s’è difeso bene e non ho perso alcun dato perché me ne sono accorto in tempo. Chissà come sarebbe degenerata la situazione se avessi continuato ad utilizzarlo?

Deludente il BIOS (è previsto il controllo dello SMART!) e Windows che non hanno segnalato nulla. Forse aspettano danni più gravi? Tipo il motore che non gira più?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *