26 novembre 2011 22:29 Ritorno al passato

Ho appena aggiunto una sezione alle mie “memorie dal passato“: Fidonet. Mi erano affiorati dei ricordi ed ho voluto subito appuntarli.
Avrete notato che ricordare il passato mi appassiona molto, al punto che mi pare d’essere uno di quegli anziani che non perde occasione per parlare dei propri lontani ricordi.
Che ci posso fare, li rievoco con molto piacere…!!

Non so cosa darei per poter viaggiare nel tempo e ritornare a quegli anni. Non mi interessa tornare giovane e spensierato, mi andrebbe benissimo restare come sono ora ma essere riportato a quei tempi, con tutte le mie cose.

Il primo viaggio lo farei indubbiamente ai tempi del Commodore 64, in particolare per rivivere le mie prime esperienze col modem: l’adattatore telematico. Si chiamava così. Telematica: si usava questo strano temine per indicare le comunicazioni via modem.
Avrei così occasione di riprovare il Videotel con l’incredibile e innovativa capacità di inviare e ricevere messaggi ad un altro utente! Tutto via computer, via telefono: strepitoso! Mi pareva una cosa tanto eccezionale che il mio Commodore potesse dialogare con altri computer via telefono, installati chissà dove e ricevere informazioni da lontano! E che strano brivido provavo se nella ricezione della pagina usciva qualche strano carattere dovuto ad un disturbo sulla comunicazione… era la conferma che il tutto proveniva realmente da lontano, che il modem ce la stava mettendo tutta!

Il secondo viaggio risalirebbe fino ai tempi dell’Amiga, possibilmente nel periodo a cavallo tra Fidonet e l’alba di Internet.
Rivivrei volentieri il piacere di una connessione manuale ad una BBS, dovrei sforzarmi un poco nel ricordare i comandi Hayes del modem per fargli comporre il numero telefonico e agganciare la portante, melodia che non sento ormai da troppo tempo.
Potrei rivedere pure quella sconosciuta e dimenticata cosa chiamata ITAPAC, una rete utilizzata per collegare centri di elaborazione dati, università, uffici e che nel declino del Videotel era diventata sede alternativa di molte chatroom. Ricordo che ero venuto in possesso dell’indirizzo (NUA) della NASA e quanto lo ritenessi prezioso! Aahh chissà cosa avrei potuto fare… mi sentivo quasi un hacker. In realtà non possedevo nulla di riservato e probabilmente ciò a cui accedevo erano solo pagine di benvenuto aperte a tutti… Ma il gusto era altro: io, da casa mia, col mio umile computer mi collegavo al potente terminale della NASA, negli Stati Uniti!!! Pazzesco!
Indimenticabile la prima volta che ho aperto una pagina HTML su Internet (c’erano ancora pochissimi siti e le pagine erano assai povere): il testo conviveva con le immagini ed io col mouse potevo persino cliccarci sopra per aprire altre pagine! Portentoso! Chissà quante cose si sarebbero potute fare…

Eccolo qui, l'introvabile!

Contestualmente ai miei viaggi indietro nel tempo ritroverei tutte le mie cianfrusaglie elettroniche, i miei esperimenti: ma stavolta dubito mi tornerebbe la passione poiché di elettronica, essendo il mio lavoro da tanti anni, ne ho fin sopra i capelli (?!) e difficilmente ritroverei l’entusiamo di allora come quando, ad esempio, volevo costruirmi un modem (ancora non ne avevo mai avuto uno)! C’era il progetto su una rivista, Elettronica 2000, ma il chip usato (Am7911) ahimé era introvabile… l’ho cercato ovunque ma nulla da fare, infrangendo i miei giovani sogni di telecomunicazione… che delusione (1987, avevo 15 anni).

Rimpiango di aver conservato pochissimo di quei tempi informatici. Ma del resto, cosa c’era da conservare? Musica, video e foto digitali non esistevano.
Sin dai tempi del Commodore 64 mi porto ancora dietro delle lettere, scritte con l’arcaico EasyScript. Quando l’evoluzione mi portò su Amiga, dovetti trasferire i file tramite porta seriale poiché non c’era altro metodo, impensabile lo scambio dei floppy disk tra i due sistemi. Del mondo Amiga ho invece conservato sorgenti e documentazione dei software che avevo creato.
Tutto qui, oltre evidentemente dei magnifici ricordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *