13 agosto 2010 18:08 Comprare casa: attenti alle PEEP! (prima parte)

Acquistare casa è tra gli eventi più importanti della nostra vita. Vorrei raccontarvi la mia disavventura con lo scopo di mettervi in guardia su cosa potrebbe accadere. Se questo un domani risulterà utile anche ad uno solo di voi, significherà che questo blog è andato già oltre le sue aspettative.

Riporterò la mia esperienza, cercherò di essere breve per non annoiarvi e non farò nomi per non violare la privacy di nessuno.

Cominciamo.
Quanti di voi sanno cos’è un’area PEEP? Credo pochissimi poichè non acquistiamo case tutti i giorni.
Qualche anno fa, io e la mia fidanzata abbiamo deciso di acquistare un’appartamento; ci siamo quindi rivolti ad un’Agenzia Immobiliare e, trovata la casa, abbiamo fatto il compromesso presso un notaio.
Dopo alcuni mesi, prossimi ormai al rogito e quindi alla consegna dell’abitazione, per caso prendiamo parte ad una discussione e veniamo a conoscenza del significato delle aree PEEP: decidiamo di verificare se la cosa potesse riguardarci. Ci informiamo bene e scopriamo che quella casa era in edilizia convenzionata, cioè aveva un prezzo imposto dal Comune, molto inferiore al valore di mercato allo scopo di favorire persone poco abbienti!! Il Comune l’aveva infatti venduta a quel prezzo ai proprietari in base ad una (discutibile) graduatoria col vincolo di rivenderla alla stessa cifra (più rivalutazioni ISTAT). Voglio dire che al momento del compromesso, presso il notaio, sia il dipendente dello studio notarile che leggeva l’atto, sia l’Agenzia, sia il proprietario hanno omesso di dirci che si trattava di zona PEEP, pur avendolo scritto sul compromesso.

In definitiva stavamo pagando il doppio di quello che avremmo dovuto; se un domani l’avessimo voluta rivendere, rispettando la legge, ci avremmo rimesso da subito il 50%!!

La prima scorrettezza è stata quella dell’agenzia immobiliare: non ci ha avvisati di nulla. Ma questi campano con la percentuale sul prezzo di vendita per cui è da ingenui aspettarsi onestà.
La seconda scorrettezza è stata quella del proprietario che non ci ha detto niente ed ha finto di cadere dalle nuvole sino alla fine, a cosa ormai scoperta. Accidenti, ti pare normale il fatto che stai vendendo una casa a 20 quando appena un paio d’anni prima l’hai pagata 10??? Ti pare normale? Troppo facile guadagnare così, piacerebbe a tutti!
La terza, la più grave, è stata la negligenza del notaio. E’ vero che sul documento redatto c’era scritto ‘PEEP’ ma prima di tutto bisogna sapere cos’è: non mi sarebbe comunque mai venuto in mente di chiederne il significato poichè il documento è pieno di altri paroloni… ne evete mai letto uno?? Riferimenti ad articoli legislativi, repertorio n° 123, mappale A, particella 8, subalterno 44, ecc. ecc. Immaginate qualche pagina così letta rapidamente dal notaio… a stento sono riuscito a distinguere il mio nome e l’indirizzo della casa che stavo acquistando!

Sottolineo che il notaio lo sceglie e lo paga il compratore, quindi io, pertanto mi aspettavo facesse i miei interessi. Credevo di essere in una botte di ferro, se il “mio” notaio ha approvato il tutto e non ha segnalato nessuna anomalia significa che questa compravendita è senz’altro in regola. Non è questo il lavoro del notaio?

Concludendo, svelata la faccenda, ci siamo ritrovati con quale decina di migliaia di euro in meno poichè alla firma del compromesso avevamo ovviamente versato un anticipo per l’acquisto e saldato anche il conto con l’agenzia immobiliare.
Senza soldi e senza casa.

PS:
Per completezza di informazione aggiungo che di aree PEEP ne esistono di varie tipologie, per cui se vi capita fatevi sempre consegnare copia della “convenzione”, è un vostro diritto. Le più diffuse sono quelle in cui, trascorsi 99 anni, la casa potrebbe ritornare di proprietà del Comune.
In seguito, cercando nuovamente casa da zero e ormai da esperto PEEP, mi sono accorto che spesso e volentieri i proprietari di queste abitazioni tendono a specularci rivendendole sì al prezzo agevolato ma chiedendo pure un extra, ovviamente in nero.

[ Link alla Prima, Seconda, Terza e Quarta parte ]

51 risposte a Comprare casa: attenti alle PEEP! (prima parte)

  1. cristiano scrive:

    Sono proprietario di lotto Peep assegnatomi dal comune nel 2006 , la ditta ha completato la costruzione del grezzo, ad ora mancano i lavori dai sottofondi e gli intonaci e così via, dato che la ditta ha problemi economici la costruzione è ferma da più di un anno ed io ho chiesto che dia il rilascio del cantiere dicendomi cosa devo ancora pagare (di modo che possa contattare qualche altra ditta o gli artigiani stessi), la ditta mi ha risposto dandomi a mano anche il preventivo per completare la costruzione, il prezzo risulta maggiore di 40000 euro rispetto a quello convenzionato attualmente valido, cioè il prezzo che il comune mi ha comunicato la potrei (eventualmente) vendere io da finita (entro i 20 anni dall’abitabilità), la ditta ha eseguito i lavori da capitolato, gli aumenti non sono giustificabili, mi hanno detto che devo pagare anche gli interessi (?) …
    Io ho sempre pagato le fatture che mi hanno fatto. Preciso che tra me e la ditta non esiste nessun contratto scritto e gli accordi sul prezzo sono sempre stati quelli del prezzo convenzionato deciso dal comune.Ora la ditta è a rischio di fallimento. Vorrei sapere come fare a risolvere le cose senza problemi legali; come determinare la somma da liquidare alla ditta senza che un domani le banche (della ditta che potrebbe fallire) vengano a chiedermi dei soldi? La ditta si ostina a non volermi rilasciare il documento di rilascio del cantiere con il prezzo in ogni modo, vorrebbe “semplicemente” che versassi i soldi. Grazie della risposta in anticipo.

    Fonte: Costruzione Peep | immobilio – Forum Immobiliare
    Copyright © 2008-2013 immobilio – Forum Immobiliare – Tutti i diritti riservati

  2. Anna scrive:

    Se qualcuno su questo sito mi puo’ ripondere ripresento un altro problema, sono Anna, il 24 ottobre 2013 ho sconto ingenuamente il terreno su cui e’ posto il mio appartamento, ho speso Euro 16.800, oggi giugno 2014 il Comune è ritornato ai parametri del 2007, percio’ lo stesso appartamento lo pagherei meno della metà, sono passati non anni ma 8 mesi, mi hanno derubato di circa 10.000 euro , io i soldi li guadagno,non li vado rubare, cosa devo fare? Grazie per i consigli che potrete darmi.

  3. se può esservi utile consultate il sito http://www.comitatovpeep.it/ noi a Rimini stiamo portaando avanti una battaglia legale con 1.597 ricorrenti contro il comune per i riscatti sia dei maggiori oneri di esproprio sia per il riscatto dei diritti in convenzione. Un primo risultato è che un ns. parlamentare locale in accordo con un altro hanno fatto approvare un emendamento con il quale il comune ci riconosce una riduzione del 50% sul l’individuazione del valore venale dell’area oltre a quanto previsto dalla norma.

    • ANNA scrive:

      BUON GIORNO SIG. LEONARDO PISTILLO, SONO ANNA LA SIGNORA CHE HA GIA’ PURTROPPO RISCATTATO LA TERRA DEL SUO APPARTAMENTO E ADESSO CHE ALTRI STANNO RISCATTANDO LA LORO SO PER CERTO CHE LA MIA ADESSO LA PAGHEREI 4.000 EURO CONTRO I 16.800 CHE HO PAGATO. HO TENTATO DI SAPERE SE POTEVO FARE QUALCOSA, MA SIA L’AVVOCATO CHE UNA ASSOCIAZIONE DEI CONSUMATORI MI HANNO DETTO CHE NON C’E’ NULLA DA FARE. ALLORA I PARAMETRI ERANO QUELLI ED IO LI HO ACCETTATI, MA DICO IO, DOPO 8 MESI AVVIENE UN CAMBIAMENTO COSI’ DRASTICO? MI VIENE DA DIRE CHE IL SENTORE C’ERA ANCHE QUANDO HO STIPULATO IO (E COME ME QUALCHE ALTRA FAMIGLIA) E COME DEVO CHIAMARE QUESTO COMPORTAMENTO? grazie anna

  4. letizia scrive:

    Buongiorno avrei bisogno di sapere alcune informazioni riguardo le costruzioni in zona PEEP a chi mi posso rivolgere?L’immobile che mi interessa è in zona PEEP e come faccio io a sapere il suo valore effettivo?Ovviamente il proprietario me la svincolerebbe….Grazie

    • ANNA scrive:

      GENTILE SIGNORA LETIZIA, E’ IL PROPRIETARIO CHE DEVE FARE DOMANDA AL COMUNE (che si informi presso l’ufficio competente) CHIEDENDO CHE GLI VENGA COMUNICATO L’IMPORTO. IL COMUNE RISPONDERA’ (SI RISERVA 90 GG) E DA QUEL MOMENTO SE IL PROPRIETARIO LA VUOLE RISCATTARE DOVRA’ PRESENTARE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE. QUESTO E’ IL MOMENTO BUONO, DA MAGGIO 2014 I PARAMETRI SI SONO ABBASSATI TANTISSIMO GLIELO DICE UNA CHE HA RISCATTATO LA TERRA NELL’OTTOBRE 2013 E L’HA PAGATA 4 VOLTE QUELLO CHE PAGHEREBBE ORA. BUONA FORTUNA ANNA

  5. Pietro Farinosi scrive:

    Sona assegnatario dal sett. 2009 di una villetta a schiera costruita in zona PEEP da una cooperativa edilizia. Ho riscontrato ultimamente delle difformità tra l’area consegnata a noi condomini dalla cooperativa che ha costruito rispetto l’area effettivamente assegnata dal Comune, di nostro godimento. Volendo esercitare il diritto di proprieta e/o di superfice sull’area che è rimasta in mano ai proprietari dei terreni pre assegnazione PEEP posso come proprietario pretendere, con successo, da chi ha diretto i lavori e dal presidente della cooperativa che fha costruito, che vengano confinati i terreni assegnati a loro spese e non a spese di noi assegnatari? Grazie

  6. Francesca scrive:

    Prima d’oggi non conoscevo il significato delle aree PEEP.

  7. trader, scrive:

    Condividero il pot con i miei followers di Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *