5 agosto 2010 14:42 Hacker oggi

Ai tempi, penso di essere stato un ottimo programmatore del Commodore 64. Non ai massimi livelli, ma insomma ero parecchio “dentro”, conoscevo benissimo l’assembler, il sistema operativo del 64 e l’hardware. Successivamente anche su Amiga me la cavavo niente male, non come col 64 (era più semplice!) ma comunque avevo conoscenze superiori alla media.

O almeno così credevo.

Oggi, quando leggo articoli come questo, tratto recentemente da punto-informatico …impallidisco!!

“In particolare l’exploit usato dall’hacker che ha scritto JailbreakMe sfrutta una vulnerabilità nel caricamento di un file .pdf veicolato attraverso Safari mobile: inserendo un opportuno codice eseguibile all’interno dei font integrati nel documento da scaricare, è possibile provocare uno stack overflow azzerando le misure di sicurezza di iPhone e prendendo il controllo totale del sistema.”

D’accordo, tutto è diverso dai ‘miei tempi’ ma accidenti, che testa bisogna avere per scovare una cosa del genere? Una vulnerabilità di un browser, che, quando carica un documento PDF, se nei font integrati nel documento c’è del codice… come la vai a pensare una cosa del genere?! E soprattutto come te ne accorgi del bug?!

Il titolo non rende giustizia, ma lì per lì non mi venivano in mente altri termini per definire questi, probabilmente adolescenti, massimi conoscitori dei moderni sistemi informatici.

E’ vero che non me ne interesso più da anni, comunque sia i sistemi di oggi mi sembrano talmente… blindati e sofisticati… il massimo che riesco a fare con un browser è forzarne la chiusura quando si blocca!

😯

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *